Il Fisco apre al regime forfettario per “dipendente estero”

Il Fisco apre al regime forfettario per “dipendente estero”

Importante precisazione da parte dell’Agenzia delle Entrate, relativa ai soggetti che rientrando in Italia con partita IVA continuano a lavorare, in modo autonomo, con un precedente datore di lavoro estero.

Secondo la soluzione prospettata dal Fisco con interpello 173/2019, si può applicare il regime forfettario, perché il fatto che il contribuente, prima residente all’estero, rientri in Italia e apra un’attività autonoma nel paese, esclude la sussistenza di un’artificiosa trasformazione del rapporto di lavoro con l’unico scopo di avere una tassazione più favorevole, non essendovi alcun criterio di collegamento con il territorio dello Stato dei redditi di lavoro dipendente percepiti all’estero.

Quindi, il contribuente che rientra in Italia spostando la residenza ai fini fiscali, può applicare il regime forfettario anche se svolge all’attività nei confronti di ex datori di lavoro esteri.

Tale principio vale anche nel caso in cui un contribuente abbia due attività: una da dipendente e l’altra autonoma, con lo stesso datore di lavoro, precedenti alla norma (entrambe già sussistenti nel 2018).

Anche in questo caso quindi è possibile applicare il regime forfettario.

COLELLA CONSULTING ® è uno studio professionale nato dall’esperienza trentennale di esperti per creare soluzioni e nuove opportunità di crescita, per consulenza Fiscale, Tributaria, Legale, Amministrativa e di Alta Direzione. Con AE Morgan opera a Londra per attivare i processi di internazionalizzazione ed i cogliere i vantaggi della globalizzazione.