Colella Consulting: economia inglese non risente della Brexit

Colella Consulting: economia inglese non risente della Brexit

L’Unione Europa e la Gran Bretagna hanno già avviato le procedure di divorzio e il governo inglese, guidato da Theresa May, sembra pronto a scegliere la linea dura, la cosiddetta “Hard Brexit”. Nessuna permanenza, neanche parziale, nell’area politica ed economica dell’EU. Una strategia che sembra dare già da ora buoni risultati e a cancellare mesi di infondate paure sul pericolo derivante dalla Brexit.

L’economia della Gran Bretagna è in ottima salute, e nell’opinione di Colella Consulting, i dati comunicati di recente dal Governatore della Banca d’Inghilterra, Mark Carney, dimostrano che l’isola è in grado di proseguire il proprio sviluppo economico in maniera differenziata e autonoma rispetto al continente. Sono i numeri a parlare per lo studio di commercialisti italiani a Londra, Colella Consulting: le stime di crescita fornite dalla Bank of England descrivono un quadro ben più roseo di quello preventivato nei mesi precedenti, con un aumento di 2 punti percentuali a fronte dell’1,5 previsto. Cresce anche l’inflazione, contenuta sotto i 3 punti percentuali, sintomo di un’economia in cui i consumi interni sono attivi, tanto che la Banca centrale ha deciso di mantenere i tassi d’interesse invariati. Così, mentre in Europa si moltiplicano le voci di chi vuole lasciare l’area Euro e l’unione politica, l’Inghilterra si rafforza, stipulando importanti contratti sia con i tradizionali partner del vecchio Commonwealth britannico, sia con le potenze economiche mondiali: Stati Uniti, Cina e Giappone.

Colella Consulting, presente nel paese con una sede a Londra, concorda con le parole di Mark Carney, quando questi sottolinea che il cambio nell’outlook sia stato possibile grazie alle coraggiose mosse fiscali del governo britannico e alla tenuta dell’economia inglese, destinata a diventare presto forte fonte di attrazione per gli investimenti esteri, in particolar modo per chi vuole aprire una società a Londra, o più in generale, desidera aprire una società in Inghilterra.